logo-trentino
26 nov

Finding Eufemia – Esperienza in malga

 

di Barbara Trivani (Trieste)

 

Suona il telefono: “visto che ti piacciono tanto le mucche e non te le puoi permettere… guarda che c’è la possibilità di adottare una mucca del Lagorai”.

Sembrava uno scherzo.

Un’occhiata al sito, una sfogliatina al catalogo e l’occhio che cade sul muso grigio di Eufemia. L’aria un po’ diffidente come a dire “ma cosa volete da me”. Mi piace. E poi S. Eufemia è anche una delle patrone della mia città.

Certo, sembrava uno scherzo ma poi ho scoperto che degli amici avevano preso una casa per le vacanza proprio in Valsugana e l’adozione è diventata realtà.

Sembrava uno scherzo anche quando dicevo che ho adottato una mucca, perché tutti ridevano, ma poi mi è arrivato il plico con le coordinate per andare a conoscerla e a prendere il formaggio.

 

Così, a Ferragosto… Partenza!!!!
Il 17 agosto era la giornata dell’”Andiamo a trovare l’Eufemia” in malga.

 

Malga Casarina in Val Campelle

 

Siamo arrivati a Malga Casarina, in Val Campelle, emozionati, un po’ frastornati e forse con la classica espressione di un cittadino che si ritrova improvvisamente tra il silenzio dei monti… ma siamo stati accolti subito con tanta cortesia dal signor Francesco che ci ha invitato a raggiungere il pascolo per conoscere la “mia” mucca.
Devo dire la verità: non ci credevo tanto che avrei potuto incontrarla veramente. Pensavo che forse avrei avuto la fortuna di vedere delle mucche vere da lontano…
Così ci siamo avviati…. Ma l’emozione gioca brutti scherzi e invece di arrivare al pascolo siamo finiti su un monte dove avremmo trovato, forse, delle capre… Non certo delle mucche.
Tornati indietro sfiniti ed affamati abbiamo mangiato tutte le delizie trentine che la malga ci ha offerto, gnocchi di vario tipo, strudel salato, formaggio alla piastra, dolci e lo yogurt con la frutta.

Eravamo quasi rassegnati a prendere il formaggio e tornare a casa, quando è riapparso il signor Francesco e ci ha chiesto se avevamo visto le mucche. Al nostro racconto imbarazzato si è offerto di accompagnarci personalmente dopo averci dato il formaggio (buonissimo) da portare a casa.

 

Mucca Eufemia

 

L’ho vista sulla strada, un po’ defilata dal branco, la “mia” Eufemia. E le sono corsa incontro prima ancora che mi dicessero che è lei. Era proprio lei!!!!
Il primo impatto non è stato amore a prima vista. Aveva la stessa aria diffidente della fotografia! Poi, quando le ho offerto un po’ di sale, siamo subito diventate amiche.
Il signor Francesco è stato gentilissimo ed ha spiegato ai bambini (e anche a noi poveri adulti cittadini) un sacco di cose. Quando abbiamo raggiunto la mandria ci ha presentato molte mucche descrivendone le caratteristiche, quasi fossimo a una visita di famiglia. Anche la mucca Heidi ha fatto amicizia con noi.
Poi è arrivata Eufemia… Aveva sete e per raggiungere il torrente ha fatto alzare senza remore una mucca che se ne stava tranquillamente distesa. Il signor Francesco ha detto “eh… ha un brutto carattere ma non è la peggiore”. Allora tutti si sono messi a ridere…
Sì, perché loro non l’hanno detto ma lo dico io: ho scelto proprio la mucca con cui ho un feeling caratteriale.
Il nostro tempo con Francesco è finito. Lui se ne torna alla malga e noi a casa con il formaggio mentre Eufemia continua a pascolare beata tra le piante di mirtillo e il torrente insieme alla sua famiglia tutta femminile.

 

Era nato tutto come uno scherzo ma tornati a casa da questa bellissima giornata, gustando la tosella cotta sulla pietra, abbiamo già progettato le vacanze per la prossima estate e altre adozioni!
Arrivederci Francesco e grazie! Ciao Eufemia!!! Ci vediamo la prossima estate in malga… E questa volta m’iscrivo anche alla “giornata del malgaro”.

 

Postato in: Adotta una Mucca / Italiano / Post in Italiano / 26 nov 2013 ore 12,06 / 0 commenti commenti
Commenti
Nessun commento inserito
Scrivi un commento
Il commento sarà pubblicato solo dopo la moderazione.


6 + = 14

Invia »
bordino
Cerca
Feed RSS
ABBONATI
bordino
Social